Castelli

Castello di Sestola

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Sestola

Castello di Sestola

E' un imponente complesso medievale che da un alto sperone di roccia domina il paese di Sestola e le valli dei torrenti Leo e Scoltenna. Fu il più importante presidio estense del Frignano. E' sede dei Musei del Castello

Immagine corrente

Rari luoghi possiedono le suggestioni della fortezza di Sestola, che da uno sperone di roccia sovrasta le valli dei torrenti Leo e Scoltenna; e tante sono le attrattive del luogo, dalle attività sportive alla gastronomia, dall’arte alla natura, intatta e affascinante.

Il castello, vicino ai valichi con la Toscana, fu donato nel 753 dal re longobardo Astolfo all’Abbazia di Nonantola.

Nel 1337 Obizzo III d’Este ne fece il più importante presidio militare del Frignano, sede del Governatore estense.

Protetto dalla cerchia bastionata a pianta stellare, voluta da Alfonso II nel 1563 per una migliore difesa dalle artiglierie, accoglie, affacciati sulla corte, la Palazzina del Comandante, l’oratorio romanico di S. Nicolò, la Rocca col Palazzo del Governatore, la Torre dell’Orologio (1572), il Torrione semicilindrico e il possente Mastio a strapiombo.

Il Castello ospita i Musei della Civiltà Montanara e degli Strumenti Musicali Meccanici e la “Stanza dei Ricordi” del soprano Burchi.

I dintorni

Fuori le mura cinquecentesche, i percorsi offrono panorami stupefacenti.
Nel paese ai piedi del castello, la bella parrocchiale di S. Nicolò fu costruita dal 1614 al 1619 dai priori Cavalcabò, nobili cremonesi che l’arricchirono di opere d’arte; nei pressi, la chiesa della Madonna del Rosario di fine ‘500 e la seicentesca Fontana di piazza.
Nei vicini borghi antichi spiccano l’oratorio romanico di S. Biagio a Roncoscaglia (XII-XIII sec.), con portale sul modello della Porta Regia nel Duomo di Modena, la chiesa di S. Giorgio a Vesale con abside tardoromanica e la parrocchiale dell’Assunta di Castellaro con dipinti di Pellegrino da Fanano, allievo di Reni.
Nella vicina Fanano, ricca di storia e arte, la grande pieve di S. Silvestro s’ispira al Duomo di Modena nelle tre navate dai colonnati romanici; nell’area del Poggiolo, resta una torre del castello medievale.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Sestola (MO)
Indirizzo
Via Corso Umberto I
C.A.P.
41029
Url / sito
Telefono
0536.623.24 / 0536.62.743
Fax
0536.61621
E-Mail

Itinerario

Romanico con gusto - itinerario storico

OrarioTutti i giorni festivi dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00 Negli altri giorni su prenotazione per gruppi
Orario estivoTutti i giorni nel periodo luglio-agosto dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00
Note
Testi tratti da "Itinerario illustrato tra i Castelli della provincia di Modena" – Modena 2001 di P. Belloi ed E. Colombini Elis Colombini editore in Modena
chiusura della tabella

Ingrandisci la mappa

Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e web
data di creazione: martedý 19 luglio 2011
data di modifica: venerdý 18 luglio 2014