Castelli

Castello di Guiglia

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Castelli | · Castello di Guiglia

Guiglia

Castello di Guiglia

Splendido fortilizio trecentesco. E’ circondato dal caratteristico borgo. La sua imponente mole si distingue da decine di chilometri di distanza

Immagine corrente

L’arte, una storia illustre e l’incanto naturalistico si ritrovano in questo castello, da cui si gode di una veduta stupefacente che abbraccia il corso del Panaro e la pianura.

Citata dall’890, Guiglia rientrò nelle terre di Matilde di Canossa e fu poi teatro di frequenti scontri per la posizione di confine fra il Modenese e il Bolognese.

Dal 1405 appartenne ai Pio di Carpi, poi ad altre famiglie e quindi fu diretto dominio estense.

Nel 1630 Francesco I d’Este la darà in feudo ai marchesi Montecuccoli che faranno del castello la loro sede estiva fino al 1796.

Il solenne portale in facciata introduce al cortile con loggiato a colonne e stucchi di un fastoso barocco simile a quello delle seicentesche dimore estensi; domina su tutto il possente torrione medievale.

Il castello è anche detto “Conventino” da un convento di carmelitani fondato presso le mura nel 1632 da Francesco Montecuccoli.

I dintorni

Si accede al centro storico dall’arco monumentale (1710) con l’Aquila dei Montecuccoli e si sale al castello tra case quattro-cinquecentesche; notevole la Torre del Pubblico (1535). Presso il castello, la chiesa della B. Vergine di S. Luca, ultimata nel 1715, accoglie le tombe dei Montecuccoli. A sud di Guiglia s’incontrano Monteorsello con la splendida Madonna col Bambino del celebre Antonio Begarelli (1545) nella parrocchiale, e Rocca Malatina con la chiesa dell’Assunta. Sull’antica Romea, via dei pellegrini, Pieve di Trebbio conserva la pieve romanica di S. Giovanni Battista; “restaurata” nel 1897-1913, ha parti originali come il portale, le colonne, la cripta e i rilievi nell’ambone; nel battistero (1907) vasca battesimale del IX sec., in copia nella pieve. Sulla Romea si trovano Castellino delle Formiche, già castello dei Montecuccoli, e la medievale Samone con la chiesa di S. Nicola.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Guiglia (MO)
Indirizzo
Via Di Vittorio
C.A.P.
41052
Url / sito
chiusura della tabella

Ingrandisci la mappa

Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
autore: Editoria e web
data di creazione: martedý 19 luglio 2011
data di modifica: venerdý 18 luglio 2014