Castelli

Castello di Spezzano - Fiorano

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Fiorano Modenese

Castello di Spezzano

Edificato a scopi difensivi, nel Cinquecento fu trasformato in una splendida residenza rinascimentale dalla famiglia dei Pio. Oggi ospita il Museo della Ceramica e l’Acetaia Comunale

Immagine corrente

L’elegante “castello-villa” appare al culmine di un’altura, circondato da un ottocentesco giardino “romantico”.

Citato dal 1228, appartenne a un sistema difensivo che controllava la via Claudia, l’antica pedemontana.

Giunse nel 1395 ai Pio di Savoia, già signori di Carpi, che dal 1529 lo trasformarono in palazzo.

Alla morte di Marco III Pio, nel 1599 il feudo tornò agli Este che nel 1629 lo assegnarono ai Coccapani.

Nell’800 il castello fu dimora estiva dei marchesi Coccapani Imperiali.

Nel 1983 fu acquistato dal Comune di Fiorano che ne ha curato il restauro.

Il maestoso complesso quadrilatero, con torri sugli angoli nord-ovest e sud-est, si articola attorno alla corte con portico rinascimentale; sulla destra si apre la suggestiva Sala delle Vedute, dipinta da Cesare Baglione sul finire del ‘500.

Al piano nobile, la Galleria delle Battaglie illustra nei suoi affreschi le imprese guerriere di Alfonso I d’Este, a cui i Pio presero parte; mentre le sale rinascimentali ospitano il Museo della Ceramica: una storia millenaria esposta con taglio tecnologico e produttivo.

I dintorni
Celebre nel mondo è la Pista di Fiorano di prova per vetture Ferrari da competizione, costruita nel 1972 da Enzo Ferrari.
Nei dintorni, il monumento a Gilles Villeneuve, pilota scomparso tragicamente nel 1982; mentre il mito del Drake rivive nel vicino Museo Ferrari di Maranello.
Sul colle di Fiorano, la Basilica Minore-Santuario della B. Vergine del Castello accoglie un affresco della Madonna già sul portale del distrutto castello; espressione del barocco estense, fu costruita dal 1634 da Bartolomeo Avanzini, architetto del duca Francesco I d’Este.
Nei pressi, fra le antiche ville nobiliari, spicca in uno splendido parco Villa Vigarani Guastalla, sede di Emilceramica, con collezione di ceramiche sassolesi.
Sulle prime pendici appenniniche, la Riserva delle Salse di Nirano è uno dei più imponenti fenomeni in Europa di vulcanetti di fango salato e acque fossili fredde, dovuto a depositi di idrocarburi; è raggiungibile con percorso ciclopedonale che va dal Castello al borgo di Fogliano. 

 

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Fiorano Modenese (MO)
Indirizzo
Via del Castello, 12
C.A.P.
41042
Url / sito
Telefono
0536.833.412 / 438
E-Mail
Orario

Da aprile ad ottobre: sabato e domenica dalle 15.00 alle 19.00. Novembre: sabato e domenica dalle 15.00 alle 18.00.

Apertura su richiesta: apertura a chiamata entro 1 ora
tel. 0536.833.412-833.438
dal martedì al venerdì
8.30-13.00

Su prenotazione tutto l'anno (almeno 3 giorni prima). Visite guidate su prenotazione: tel. 0536.833412

Ingresso

Ingresso gratuito e visita libera negli orari di apertura del castello.
Per gruppi (min.10 pax): Visita guidata castello-museo-acetaia su prenotazioneá italiano/inglese/francese/tedesco) Ç 5,00 a persona.
Per scuole: Visita guidata Ç 2,00 a persona.
Ogni ultima domenica del mese, da aprile a novembre visita guidata gratuita alle 17.00

Note
Presso il bookshop del Castello è attivo il Punto Informativo Turistico aperto sabato e domenica dalle 15.00 alle 19.00
chiusura della tabella

Ingrandisci la mappa

Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Economia
··› Servizio AttivitÓ Produttive e Statistica
···› Reti turistico-culturali
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 19 luglio 2011
data di modifica: mercoledý 28 maggio 2014